La nostra avventura dal 2010

La passione per le auto e in particolare per quell’icona italiana che è la Fiat 500, ha portato un gruppo di appassionati prima a fantasticare un raduno nelle terre del Friuli Venezia Giulia e poi a dar vita ad una manifestazione che ha assunto importanza nazionale e non solo.

Organizzato dalla Pro loco Valvasone il raduno “Fiat 500 alla conquista del Friuli” dal 2010 vede la partecipazione di un centinaio di equipaggi provenienti da Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Toscana, Veneto e altri paesi d’Europa (Austria e Francia).

Nel 2010 la carovana partì proprio da Valvasone per raggiungere San Daniele e degustarne il delizioso prosciutto crudo. Poi visita a Frisanco e Poffabro, borghi dall’architettura caratteristica, per poi arrivare a Maniago, la cittadina dei coltelli. Nel 2011 ci fu la prima pretappa nella Pedemontana pordenonese e poi in Valcellina, mentre la tappa vera e propria da Maniago toccò il borgo storico di Polcenigo e poi Sacile, giardino della Serenissima e Porta del Friuli, per poi concludersi a Villa Manin, dimora dell’ultimo Doge, a Passariano di Codroipo. Nel 2012 pretappa nella zona delle risorgive codroipesi e tappa partita da Villa Manin verso Spilimbergo per visitare la scuola Mosaicisti del Friuli. Poi la Val d’Arzino con il castello del conte Ceconi e l’arrivo a Tolmezzo, capoluogo della Carnia. Nel 2013 percorso tutto montano: pretappa a Sauris per degustarne il prosciutto tipico e poi tappa da Tolmezzo a Chiusaforte, Tarvisio e poi sconfinamento in Austria e Slovenia per tornare infine in Italia a Sella Nevea e a malga Montasio, degustando il formaggio che ne porta il nome. Al termine di ogni tappa è stata stilata una classifica per le premiazioni dalla giuria tecnica, che nel 2015 assegnerà anche il trofeo conclusivo. Nel 2014 il gruppo inizierà la sua discesa verso la pianura e il mare, toccando cittadine segnate da grandi eventi storici (Impero romano, dominazione longobarda, Prima guerra mondiale e terremoto del 1976). Nel 2015 il previsto rientro a Valvasone.