EDIZIONE DA RICORDARE: 100 FIAT 500 SULLE MONTAGNE FRIULANE PER 300 KM, OLTRE 200 PARTECIPANTI

partenza tolmezzoBilancio positivo per l’edizione 2013 di Fiat 500 alla conquista del Friuli, giro della regione a bordo del mitico Cinquino partito nel 2010 da Valvasone e che quest’anno si è sviluppato per due giorni nella montagna friulana per complessivi 300 km con anche lo sconfinamento in Austria e Slovenia. Una tappa dedicata alla memoria della Prima guerra mondiale nonché alla cultura e ai sapori tipici di questa terra.

Scaldatesi i motori nella pretappa del 3 agosto (Tolmezzo-Sauris-Tolmezzo), le Fiat 500 si sono presentate la mattina del 4 agosto alla pista di guida sicura di Tolmezzo, punto di ritrovo all’interno dell’evento Epocale dedicato alle macchine d’epoca. Presenti oltre 100 utilitarie con a bordo più di 200 persone, provenienti da Austria, Francia, Veneto, Campania, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia.

A BREVE CARICHEREMO QUI E SUI NOSTRI SOCIAL NETWORK TUTTE LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE

La carovana ha sfilato poi per il centro di Tolmezzo e, passando per Moggio Udinese, ha sostato in centro a Chiusaforte, dove nella vecchia stazione (al posto della ferrovia c’è ora una ciclovia turistica) c’è stato il ristoro. Poco dopo mezzogiorno il gruppo è poi arrivato a Tarvisio, con pranzo al ristorante Raibl. Poi partenza per Dreiländereck, i tre confini, punto d’incontro di Italia, Austria e Slovenia. Rientrata in Italia, la carovana si è diretta a Sella Nevea per le premiazioni (in palio il trofeo annuale nonché i punti per il Supertrofeo che si assegnerà nel 2015) attorno alle 16.30. Alla fine ascesa alla Malga Montasio (dove nasce l’omonimo squisito formaggio e lo scorso maggio è transitato il Giro d’Italia di ciclismo) per il rinfresco finale e i saluti in attesa dell’edizione 2014. Alla carovana ha partecipato come testimonial anche il rallysta tolmezzino Fabrizio Martinis fresco di partecipazione al rally di Sardegna valido per il circuito iridato, nonché il consigliere regionale, già assessore regionale allo sport del Friuli Venezia Giulia, Elio De Anna, presidente della giuria tecnica composta da membri dei club di collezionisti di Fiat 500 e della Pro Valvasone: per Udine Valerio Sponticchia e Gianni Giusti, per Pordenone Renato Bresin e Denis Covassin, per Trieste Fabrizio Franzelli, per il Veneto Silvano Girminiani.

“Siamo al lavoro da diversi mesi – ha dichiarato al termine Sara Cocetta a capo del comitato organizzatore – con una quarantina di volontari che rendono possibile, insieme a enti, associazioni e aziende che ci sostengono, questo grande evento. I protagonisti, però, sono sempre loro: i cinquecentisti con le loro splendide utilitarie con le quali fare un turismo “lento” a contatto con il territorio regionale, unico al mondo per storia, tradizioni e cultura”.

Fiat 500 alla conquista del Friuli è promosso e organizzato dallo staff omonimo insieme alla Pro Valvasone e in collaborazione con Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato allo sport, Fondazione Crup, Provincia di Udine, Comuni di Tolmezzo, Chiusaforte, Tarvisio, Nuova Pro loco Tolmezzo. Sponsor e collaboratori preziosi sono Associazione allevatori del Friuli Venezia Giulia, Malga Montasio, Carnia Welcome, Carnia racing, Diamante Luigi, Wolf, Sina, Motostaffetta friulana, risto-pizza sound pub Limousine, Pordenone Turismo, Acqua Dolomia, Turismo Fvg, Panificio pasticceria Cocetta, Fabrizio Martinis quale testimonial e tutti i volontari che rendono possibile la manifestazione.

Comments are closed.