PRESENTATA UFFICIALMENTE L’EDIZIONE 2013 OGGI A TOLMEZZO

Si accendono di nuovo i motori di Fiat 500 alla conquista del Friuli, giro della regione a bordo del mitico Cinquino partito nel 2010 con l’obiettivo di far conoscere agli appassionati le bellezze storiche, culturali, gastronomiche e paesaggistiche del Friuli Venezia Giulia. Dopo la tappa Valvasone-San Daniele-Frisanco-Maniago (2010), quella Maniago-Polcenigo-Sacile-Villa Manin (2011) e la Villa Manin-Spilimbergo-Castello Ceconi-Tolmezzo (2012, anno in cui c’è stata anche un speciale post-tappa fino al museo dell’automobile di Mulhouse in Francia), quest’anno la carovana dell’amata utilitaria tributerà omaggio alla memoria del primo conflitto mondiale, la Grande guerra, a pochi mesi dall’avvio delle commemorazioni per il suo centenario. Denominata per questo “Grande tappa”, dopo la pretappa in Carnia del 3 agosto, partirà la mattina del 4 agosto da Tolmezzo per toccare poi Moggio Udinese, Chiusaforte, Tarvisio, i tre confini di Italia, Austria e Slovenia (e suggellare così l’attuale amicizia tra questi popoli) e arrivare infine a Sella Nevea nella Malga Montasio.

La presentazione ufficiale è avvenuta oggi, 19 luglio, nella sala consigliare del Municipio di Tolmezzo alla presenza della autorità, rappresentanti di enti e sponsor, organizzatori e appassionati di Fiat 500. Il sindaco di Tolmezzo Dario Zearo, insieme agli assessori Francesco Martini e Aurelia Bubisutti, ha accolto i presenti sottolineando il valore turistico e sportivo della manifestazione e di come il capoluogo della Carnia sia pronto ad accoglierla, prima del saluto del vicesindaco di Chiusaforte, altro Comune che sarà toccato dalla carovana, Giorgio Pozzecco. Il presidente della Nuova Pro loco Tolmezzo Roberto Zamolo ha ricordato il valore del lavoro dei volontari per la riuscita dell’evento, il cui programma è stato presentato da Sara Cocetta coordinatrice dello staff organizzatore. Presenti anche i rappresentanti di altri enti e sponsor che rendono possibile la manifestazione: Stefano Petris (amministratore delegato di Wolf Sauris), Vanni Micolini (Associazione allevatori Fvg Malga Montasio), Francesca Bruni (Turismo Fvg), Renzo De Prato (Carnia Welcome), Alessandro Prodorutti e Oscar Rainis (Carnia racing – Epocale) e gli appassionati cinquecentisti Valerio Sponticchia, Mauro Busettini e Gianni Giusti. Conclusioni a cura di Elio De Anna, già assessore e ora consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia, presente a Fiat 500 alla conquista del Friuli fin dalla prima edizione e quest’anno presidente della giuria tecnica, che ha anche ricordato la commemorazione che l’evento tributerà ai tragici eventi della Prima guerra mondiale e il forte valore della scoperta del territorio e dei suoi gusti da parte dei partecipanti proprio a bordo di una Fiat 500, simbolo dello sviluppo italiano del secondo Dopoguerra.

GLI ORGANIZZATORI Fiat 500 alla conquista del Friuli è promosso e organizzato dallo staff omonimo insieme alla Pro Valvasone e in collaborazione con Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato allo sport, Fondazione Crup, Provincia di Udine, Comuni di Tolmezzo, Chiusaforte, Tarvisio, Nuova Pro loco Tolmezzo. Sponsor e collaboratori preziosi sono Associazione allevatori del Friuli Venezia Giulia, Malga Montasio, Carnia Welcome, Carnia racing, Diamante Luigi, Wolf, Sina, Motostaffetta friulana, risto-pizza sound pub Limousine, Pordenone Turismo, Acqua Dolomia, Turismo Fvg, Panificio pasticceria Cocetta, Fabrizio Martinis quale testimonial e tutti i volontari che rendono possibile la manifestazione.

L’OBIETTIVO In un periodo economico delicato come quello attuale, la manifestazione porta sul territorio presenza turistiche di appassionati d’auto d’epoca, per far loro conoscere le bellezze e ricchezze regionali. “Una visita dai ritmi dolci – ha spiegato Sara Cocetta a nome di tutto lo staff organizzatore – in sintonia con la melodia del motore della 500, vero simbolo del made in Italy nel mondo. Un tour che dà la possibilità di scoprire angoli inaspettati del Friuli e assaggiarne i piatti tipici. Un “volano” territoriale ed economico su quattro ruote del quale abbiamo visto beneficiarne nelle altre edizioni anche gli operatori locali, dato che le 500 in sosta richiamano persone ad ammirarle e perché nel nostro programma inseriamo sempre pasti, rinfreschi e pernottamenti nei pubblici esercizi della zona, sostenendo l’economia regionale. Il nostro è un evento pluriennale reso possibile dal lavoro gratuito di una quarantina di volontari e dal prezioso sostegno di enti e sponsor”.

I NUMERI Nel prime tre edizioni le Fiat 500 della carovana hanno già percorso quasi 600 chilometri sulle strade friulane. Nel 2013 si aggiungeranno tra il 3 e il 4 agosto altri 300 chilometri, tra i quali i primi fuori dall’Italia nella storia della manifestazione, precisamente in Austria e Slovenia. Gli equipaggi partecipanti arrivano principalmente dal Nordest, ma sono da ricordare una simpatica rappresentanza austriaca, presente sin dalla prima edizione, oltre ad arrivi dalla Toscana, Romagna e Lombardia. La “palma” di Fiat 500 che arriva da più lontano è per quella datata 1972 di Frederic Lault e Marie Lise Montico, che da Parigi l’hanno portata per 1500 chilometri sino a Valvasone a inizio luglio 2013. Dal 2010 al 2012 hanno partecipato a Fiat 500 alla conquista del Friuli 300 utilitarie e oltre 600 persone. Una quarantina i volontari che con passione rendono possibile l’evento.

IL PROGRAMMA
3 agosto 2013 Fiat 500 alla conquista del Friuli 2013 inizierà con la pretappa del 3 agosto. I partecipanti si ritroveranno alle 9 nell’hotel Benvenuto di Tolmezzo per poi partire verso Sauris, perla della Carnia dove vive una comunità di antica lingua tedesca. Durante la giornata i cinquecentisti scopriranno le ricchezze gastronomiche (lo speck e gli altri salumi della Wolf), artigianali (nella sede della Tessitura carnica) e artistiche (chiesa di Sant’Osvaldo) del paese. Nel pomeriggio rientreranno a Tolmezzo per esibirsi all’evento Epocale di Carnia Racing dedicato alle macchine d’epoca alla pista di guida sicura. Alla sera cena tipica e sistemazione in albergo.

4 agosto 2013 La pista di guida sicura di Tolmezzo sarà anche il punto di partenza della tappa vera e propria alle 10 del 4 agosto (i partecipanti si ritroveranno lì già dalle 8 per la colazione). La carovana sfilerà per il centro di Tolmezzo e, passando per Moggio Udinese, sosterà in centro a Chiusaforte. Poco dopo mezzogiorno è previsto l’arrivo della carovana a Tarvisio, con pranzo al ristorante Raibl. Poi partenza per Dreiländereck, i tre confini, punto d’incontro di Italia, Austria e Slovenia. Rientrata in Italia, la carovana si dirigerà a Sella Nevea per le premiazioni attorno alle 16.30 e dopo ci sarà l’ascesa alla Malga Montasio (dove nasce l’omonimo squisito formaggio) per il rinfresco finale e i saluti. Durante tutta la giornata saranno fornite ai partecipanti informazioni sui luoghi visitati, dal loro legame con gli eventi della Prima guerra mondiale alle  peculiarità enogastronomiche e culturali.

TROFEO E SUPERTROFEO Alla partecipazione alla tappa del raduno è legata una doppia competizione sportiva. La partecipazione dà infatti diritto a dei punti speciali che vengono calcolati nella classifica di tappa, con relativi vincitori, e in quella di tutto il raduno che si concluderà nel 2015. I nomi delle due competizioni sono Trofeo “Fiat 500 alla conquista del Friuli” (annuale) e Supertrofeo “Fiat 500 alla conquista del Friuli” (classifica finale). A vigilare sul buon esito della competizione una speciale giuria guidata dal presidente Elio De Anna e composta da membri dei club di collezionisti di Fiat 500 e della Pro Valvasone: per Udine Valerio Sponticchia e Gianni Giusti, per Pordenone Renato Bresin e Denis Covassin, per Trieste Fabrizio Franzelli, per il Veneto Silvano Girminiani.

TESTIMONIAL Fabrizio Martinis, rallysta originario di Tolmezzo vincitore di numerosi titoli italiani nonché fresco concorrente con il 22° posto assoluto al Rally di Sardegna settima prova di Coppa del Mondo, anche per questa edizione sarà il testimonial del raduno.

COMUNICAZIONE Fiat 500 alla conquista del Friuli si corre non solo su strada ma anche sul web: quest’anno è stata potenziata la presenza nella rete, con continui aggiornamenti del sito ufficiale www.fiat500girodelfriuli.provalvasone.it (oltre 2 mila visitatori unici) e dei profili sui social network (oltre 600 contatti diretti senza contare i 3 mila di altri profili correlati), permettendo così a un pubblico ampio, anche al di fuori dei confini regionali, di essere informato sul lavoro in preparazione dell’edizione 2013. Durante la tappa, inoltre, gli aggiornamenti saranno live in modo da raccontare a tutti le emozioni che l’evento sa regalare.

fiat500girodelfriuli.provalvasone.it

Comments are closed.