SI RIPARTE: L’1 E 2 AGOSTO L’ULTIMA TAPPA TRIESTE-VALVASONE ARZENE

BtjeknQCcAAiqgtUltima tappa per Fiat 500 alla conquista del Friuli, il tour a bordo del mitico Cinquino della regione sita nel Nordest d’Italia e nel cuore dell’Europa: iniziato nell’agosto del 2010 a Valvasone, dopo 5 tappe annuali che hanno visto 400 utilitarie percorrere oltre mille chilometri, concluderà il suo cammino l’1 e 2 agosto 2015 partendo da Trieste e, passando per le terre ora venete ma facenti parte del Friuli storico, tornerà al suo punto di avvio, il Comune valvasonese che nel frattempo si è fuso con quello vicino di Arzene.

PER ISCRIVERSI E AVERE INFO 347 3212850

“Un viaggio – ha spiegato Sara Cocetta a capo del comitato organizzatore – che ci ha permesso di conoscere bellezze paesaggistiche, culturali e gastronomiche del Friuli Venezia Giulia, richiamando non solo Cinquecentisti da tutto il Nordest ma anche da Toscana, Liguria, Emilia Romagna, Francia e Austria. Il nostro è stato anche un tributo a questa formidabile macchina, tra i simboli della rinascita italiana nel Secondo dopoguerra e ambasciatrice del made in Italy nel mondo”.

LA PRETAPPA I motori inizieranno a rombare sabato 1° agosto con la pretappa che da Sistiana (alle 10 circa), con l’organizzazione del Club 500 Miramare Trieste del presidente Roberto Ruzic, porterà le storiche utilitarie lungo la strada costiera, con un fantastico panorama sul mare Adratico, fino a Trieste.

Lungo il percorso si potrà ammirare il castello di Miramare e poi il lungomare fino alle rive e alla grande Piazza Unità d’Italia. Da qui le Fiat 500 si recheranno in visita al teatro romano e poi per le vie antiche di Trieste sul colle di San Giusto, simbolo della città, per la sosta.

Tornate in Piazza Unità, si salirà fino a Opicina sulle strade dove si svolgeva in passato la mitica gara vinta anche da Tazio Nuvolari, per raggiungere località Conconello dal quale godere di un magnifico panorama di Trieste pranzando all’antica osteria Ferluga

Nel pomeriggio, per chi lo vorrà, sarà possibile visitare la famosa Grotta gigante, cavità carsica dalle dimensioni impressionati.

LA TAPPA Domenica 2 agosto ecco il gran finale, con partenza da Rivignano Teor nel cuore della pianura friulana, con gli equipaggi accolti dallo staff organizzatore capitanato da Daniel Maniero delegato della Pro Loco Valvasone al progetto. Da lì la carovana scenderà verso sud per varcare il Tagliamento e arrivare a Fossalta, attualmente in provincia di Venezia ma facente parte del Friuli storico ai tempi del governo dei Patriarchi. Qui la prima sosta rinfresco nel parcheggio del noto negozio Bidon Fashion, che sostiene la manifestazione insieme al Caffè B38 curatore del ristoro.

Dopo la ripartenza e il rientro nei confini del Friuli Venezia Giulia, la sosta per il pranzo a Villotta di Chions nel ristorante Adriatico.

Nel pomeriggio prosegue il viaggio alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti tipici (con una sosta alla centenaria Distilleria Pagura a Castions di Zoppola), prima di arrivare a Valvasone Arzene nel parco La Fiorita nel centro arzenese.

PREMIAZIONI Qui, alla presenza della giuria guidata dal consigliere regionale Elio De Anna, saranno consegnati i premi. Infatti la partecipazione alla tappa del raduno è legata una doppia competizione sportiva: il Trofeo “Fiat 500 alla conquista del Friuli” che sarà assegnato ai vincitori della tappa e il Supertrofeo “Fiat 500 alla conquista del Friuli” che somma le classifiche dal 2010 al 2015, proclamando i migliori equipaggi dell’intera manifestazione.

COMUNICAZIONE Fiat 500 alla conquista del Friuli si corre non solo su strada ma anche sul web: costante la presenza nella rete, con continui aggiornamenti del sito ufficiale www.fiat500girodelfriuli.provalvasone.it (oltre 2 mila visitatori unici) e dei profili sui social network (oltre 600 contatti diretti senza contare i 6 mila di altri profili correlati), permettendo così a un pubblico ampio, anche al di fuori dei confini regionali, di essere informato sul lavoro in preparazione dell’edizione 2015. Durante la tappa, inoltre, gli aggiornamenti saranno live in modo da raccontare a tutti le emozioni che l’evento sa regalare.

INSTAGRAM Inoltre quest’anno 4 instagramers, utilizzatori della nota app di photo sharing Instagram, racconteranno con le loro foto in presa diretta, direttamente a bordo delle Cinquecento, la tappa. Un progetto innovativo e creativo realizzato insieme agli InstagramersFvg.

I NUMERI Nelle prime cinque edizioni le Fiat 500 della carovana hanno già percorso oltre mille chilometri sulle strade friulane (province di Pordenone, Udine e Gorizia) con anche uno sconfinamento nel 2013 in Austria e Slovenia. Dal 2010 al 2014 hanno partecipato a Fiat 500 alla conquista del Friuli circa 400 utilitarie con oltre 800 persone di equipaggio. Una quarantina i volontari che con passione rendono possibile l’evento.

TAPPE PRECEDENTI Nel 2010 la carovana partì da Valvasone per raggiungere San Daniele e degustarne il delizioso prosciutto crudo. Poi visita a Frisanco e Poffabro, borghi dall’architettura caratteristica, per poi arrivare a Maniago, la cittadina dei coltelli. Nel 2011 ci fu la prima pretappa nella Pedemontana pordenonese e poi in Valcellina, mentre la tappa vera e propria da Maniago toccò il borgo storico di Polcenigo e poi Sacile, giardino della Serenissima e Porta del Friuli, per poi concludersi a Villa Manin, dimora dell’ultimo Doge, a Passariano di Codroipo. Nel 2012 pretappa nella zona delle risorgive codroipesi e tappa partita da Villa Manin verso Spilimbergo per visitare la scuola Mosaicisti del Friuli. Poi la Val d’Arzino con il castello del conte Ceconi e l’arrivo a Tolmezzo, capoluogo della Carnia. Nel 2013 percorso tutto montano: pretappa a Sauris per degustarne il prosciutto tipico e poi tappa da Tolmezzo a Chiusaforte, Tarvisio e poi sconfinamento in Austria e Slovenia per tornare infine in Italia a Sella Nevea e a malga Montasio, degustando il formaggio che ne porta il nome. Nel 2015 pretappa con partenza da Gemona, la città simbolo della ricostruzione dopo il terremoto del 1976, per poi viaggiare attraverso le colline dove nasce il delizioso vino Ramandolo e arrivare a Cividale, città romana e longobarda patrimonio dell’Unesco. La tappa vide la carovana omaggiare il ricordo dei caduti della Grande guerra partendo da Villa Nachini Cabassi a Corno di Rosazzo, visitando poi Castelvecchio di Sagrado, nel Carso goriziano, e depositando una corona d’alloro nel Sacrario di Redipuglia. Arrivo ad Aquileia, città seconda solo a Roma nell’antichità.

ORGANIZZATORI E PARTNER Fiat 500 alla conquista del Friuli è promosso e organizzato dallo staff omonimo insieme alla Pro Valvasone e in collaborazione con Fondazione Crup, Provincia di Udine-Provincie di Udin, Provincia di Pordenone, Provincia di Venezia, Comuni di Valvasone Arzene, Rivignano Teor, Fossalta di Portogruaro, Chions, San Vito al Tagliamento, Zoppola e loro uffici Iat, Pro Loco e associazioni. Sponsor e collaboratori preziosi sono Bidon Fashion, Caffè B38 Fossalta di Portogruaro, Diamante Luigi, risto-pizza sound pub Limousine, Panificio pasticceria Cocetta, fotografa Sara Corsini e tutti i volontari che rendono possibile la manifestazione.

Comments are closed.